ZINCO-ALLUMINIO LAMELLARE

Che cosa è?

Lo zinco alluminio lamellare è un riporto costituito da micro scagliette di alluminio e di  zinco, della dimensione di alcuni micron, ciascuna delle quali protetta con propria passivazione, che vengono applicate sulla superficie degli oggetti da proteggere e su di essi portate alla temperatura che consente una microfusione delle scagliette fra loro e un attecchimento al materiale base. La versione appena descritta è a base acqua e tutto il riporto è minerale e costituisce la versione più efficace con il minor spessore. Esistono versioni a base solvente dove le scagliette metalliche di zinco e alluminio rimangono in una matrice organica che si stende sopra i materiali da proteggere. In ogni caso, la funzione protettiva avviene per via catodica ( come per la zincatura) nel senso che il riporto funziona da anodo sciogliendosi, conferendo protezione al materiale base(catodo). La elevata protezione che si ottiene è dovuta al fatto che le scagliette formano svariati strati,  nel senso dello spessore, e la corrosione procedendo dall'esterno, verso l'interno, una volta corrosa la prima scaglietta rischia di fermarsi e quantomeno ne trova un'altra. Da notare che, diversamente dalla zincatura elettrolitica, dove lo strato di zinco depositato ha solo una passivazione sull'esterno, nel caso dello zinco alluminio lamellare ogni singola scaglietta è protetta da una sua forma di passivazione.

Tutte le operazioni legate al ciclo di applicazione del prodotto sono non idrogenanti per cui contrariamente agli altri trattamenti di zincatura i riporti di zinco alluminio lamellare non sono idrogenanti.

Materiali

Acciaio al carbonio, ferro, AVP, AVZ, C40, C45, Fe, 8.8, 10.9, 12.9,

Alluminio, 2011, 11S, 6060, 6082, 7075

Alluminio pressofuso,

Ghisa

Sinterizzati ferrosi

Normative

UNI EN ISO 10683

UNI 3740/6

Settori

Automotive, movimento terra, funivie,ferroviario, offshore, 

Come viene realizzata

Il materiale da rivestire con zinco alluminio lamellare deve essere sgrassato e privato di ogni possibile ossidazione. Allo scopo i particolari vengono lavati in solvente o con detergenti a base acqua. Per togliere gli ossidi viene eseguita la sabbiatura. Questa operazione è preferita al posto degli usuali decapaggi per non introdurre passaggi idrogenanti in un processo che ne è esente, ciò a grande vantaggio per il trattamento protettivo di tutti gli organi di sicurezza.

Una volta eseguita la preparazione viene applicato il prodotto che contiene lo zinco e l'alluminio. Questo prodotto si presenta come una vernice molto metallizzata e come questa deve essere mantenuto in continuo movimento per evitare la decantazione. In questa sospensione ( che può essere a base acqua o solvente) devono essere controllati parametri quali la temperatura, la viscosità, il residuo secco ed altri specifici. L'applicazione del prodotto può avvenire per immersione e centrifugazione (massa) o per spruzzatura. Dopo l'applicazione i particolari vengono passati in forno per almeno 30 minuti a temperature che a seconda dello specifico prodotto possono andare da 220 a 320°C. Una volta raffreddati i particolari, se trattati in massa in genere subiscono un secondo ciclo di applicazione di prodotto per ricoprire punti non coperti in precedenza. Se trattati a spruzzo,  sono pronti per l'imballo. 

Possono essere applicati altri prodotti, per incrementare  la resistenza alla corrosione, per ottenere colorazioni specifiche o per conferire coefficiente di attrito predeterminato, soprattutto alla viteria. E' possibile ottenere coefficienti di attrito predeterminato anche applicando zinco alluminio lamellare che contiene già un correttore del coefficiente di attrito.

 

Statico

Particolari di grosse dimensioni o ai quali viene richiesta una migliore estetica, vengono rivestiti appendendoli ad appositi telai (bilancelle). Tutto il trattamento, lavaggio e sabbiatura compresi, vengono eseguiti in statico. L'applicazione del prodotto avviene per spruzzatura tramite l'impiego di speciali pistole opportunamente adattate alla specificità del prodotto e all'alto contenuto di particelle metalliche. La cottura avviene in forno con gli oggetti sempre agganciati al telaio (supporto). L'aspetto del prodotto applicato risulta gradevole e  molto uniforme.

Show More

TIPOLOGIE

  • Geomet ® 321 

  • Geomet ® 500  (autolubrificato)

  • Geoblack ®

  • Zintek ®

SPESSORE MEDIO DEPOSITO

​8 - 10 micron

DIMENSIONI MASSIME TRATTABILI

  • Alluminio  900 x 600 x 300

  • Ferro,Ghisa,Sinterizzati, Ferrosi 3.000 x 1.200 x 2.500

  • Peso kg 1.000 e oltre

APPLICAZIONI

Viteria, Raccorderia, dadi, bulloni, tranciati, lamiere, lastre, torniti, lavorati

 

Massa

Particolari di piccole e medie dimensioni che non richiedono estetica elevata vengono trattati in "massa". Tutto il processo può avvenire in massa,così il lavaggio, utilizzando sgrassatrici a tappeto o a coclea, la sabbiatura, utilizzando sabbiatrici a tappeto. L'applicazione dello  zinco lamellare avviene per immersione dei particolari direttamente nel prodotto, mantaenuto nella giusta condizione di temperatura, viscosità, contenuto di parte inorganica. Segue quindi la centrifugazione  per tempo e velocità di rotazione predeterminati. quindi la massa contenuta nel cesto della centrifuga viene versata e distesa sul tappeto dell'apposito forno che consentirà la cottura dello zinco lamellare applicato, secondo un preciso andamento di temperature e tempi. di norma,  il ciclo di applicazione del prodotto viene ripetuto, con precise modalità, applicando due strati (due mani) in modo da rivestire tutte le parti, eventualmente rimaste scoperte nel passaggio precedente.

TIPOLOGIE

  • Geomet ® 321 

  • Geomet ® 500  (autolubrificato)

  • Geoblack ®

  • Zintek ®

APPLICAZIONI

Viteria, Raccorderia, dadi, bulloni, tranciati, lamiere, lastre, torniti, lavorati

Show More
 

Trattamenti aggiuntivi

Top-coat Plus ® e Techseal ® .

Sono finiture superficiali da applicare con un processo aggiuntivo sopra i rivestimenti  di zinco alluminio lamellare, per incrementare  la resistenza alla corrosione, per ottenere colorazioni specifiche o per conferire un coefficiente di attrito predeterminato, soprattutto alla viteria.

TOBALDINI SPA  

Sede di Altavilla Vicentina

TRATTAMENTI GALVANICI

Via Olmo S.R. 11 n° 64

36077 Altavilla Vicentina (Vicenza)

TEL. 0444 349177

E-MAIL

tobaldini@tobaldini.it

preventivi.altavilla@tobaldini.it

TOBALDINI SPA  

Sede di Gambugliano

TRATTAMENTI ZINCO ALLUMINIO LAMELLARE

Via del Lavoro n° 8

36050 Gambugliano (Vicenza)

TEL. 0444 951688

 

E-MAIL 

preventivi.gambugliano@tobaldini.it

 

P.I. 00312250244 | © 2019 by Tobaldini SPA